Vincenzo's Story

Vincenzo

Naples, Italy

Sono Anna e questa è la storia di Vincenzo un ragazzo GT , nato il 12 dicembre del 2005 a Napoli in Italia.

Alla nascita dopo un lungo travaglio Vincenzo è nato con un parto naturale , senza complicazioni, presentava una grande ecchimosi alla schiena , petecchie in tutto il corpo , anche negli occhi c’erano capillari rotti, chiesi spiegazioni e mi dissero che nello sforzo per farlo uscire avevano spinto da provocargli questi piccoli traumi che sarebbero andati via nel giro di qualche giorno.

Dopo tre giorni tornammo a casa con questi ematomi ancora evidenti e mi dissero di avere pazienza , che era un bambino sano e tutto sarebbe tornato a posto.

I giorni passavano Vincenzo cominciava a migliorare , i lividi si attenuavano ma notavo che se ne facevano altri anche solo col fatto di cambiargli il pannolino alla presa anche delicata , lo portai dalla pediatra per il primo controllo e per fare la sua conoscenza , aveva quasi tre mesi , alla visita lei notò queste ecchimosi e non conoscendomi mi disse di portare il bambino immediatamente al pronto soccorso , perché se non ero io che gli facevo del male e me lo disse con aria dubbiosa, c’era qualcosa che non andava.

Lo portai subito al pronto soccorso dopo una settimana di attesa per una visita ematologica e vari prelievi mi dissero che era anemico ed era normale per un neonato e che aveva una fragilità capillare che crescendo sarebbe migliorata.

I mesi passavano ma la situazione non migliorava, passammo dai lividi ,al sangue dal naso , a 6 mesi fece un altro controllo e mi dissero le stesse cose , a 9 mesi fece le feci scure sospettarono un emorragia interna che dopo qualche giorno di ricovero la situazione era tranquilla ci rimandarono a casa, aveva quasi 10 mesi e non c’era miglioramento quindi decisi di portarlo a Pavia avevo sentito un eccellenza nel campo ematologico , ma mentre pensavo ,la mia pediatra mi mandò sempre al Pausillipon a Napoli per la 3 volta ma con un altro dottore che è attualmente il nostro ematologo, dopo qualche mese ci diagnostico’ la GT . Nel frattempo Vincenzo è cresciuto e non è stato affatto facile , ogni dentino che spuntava lo trovavamo specie la mattina al risveglio in una pozza di sangue, poi il naso ci ha distrutti a 3 anni pensavamo di perderlo , l’emoglobina arrivò a 4 perché in ospedale non conoscevano bene la procedura del Novoseven e dopo trasfusioni , Novoseven e piastrine, tamponi ,si fermò, a distanza di quasi 10 giorni tornammo a casa e da allora tra sanguinamenti , al naso, alla bocca a causa delle tonsille , dei denti , decisi che dovevo studiare per bene il protocollo e non vi nascondo che molte volte in ospedale sono io che ho dato indicazioni agli infermieri e ai medici ,poiché il mio medico non lavora al pronto soccorso ma al Pausillipon che è dedicato alle malattie del sangue ed è anche oncologia e purtroppo non si può accedere se non prima essere passati al pronto soccorso andiamo lì solo per controlli . Comunque la storia è lunga Vincenzo adesso ha 14 fa una vita potrei dire normale, conosce i suoi limiti e si fa accettare da tutti , parla tranquillamente del suo problema è amato dai suoi amici è bravissimo a scuola e sono orgogliosa di lui è un ometto saggio e forte , non piange mai e in ospedale è un leader si fa fare di tutto senza obbiettare, i nostri GT sono speciali.

image4

Share Your Story

Help others know they’re not alone by sharing your GT journey, struggles, victories, remedies, and more. Join our vibrant community and tell us about yourself. We would love to hear from you.